Portale Ambientale della Regione Puglia

Switch to desktop Login

Articoli

Parchi_Zac_01
 Foto di G.Zaccaria

L’Ufficio Parchi e Tutela della Biodiversità della Regione Puglia, incardinato nel Servizio Assetto del Territorio, si occupa di molteplici attività volte alla tutela della natura e dell’ambiente.

In passato ha provveduto ad individuare i Siti di Importanza Comunitaria (SIC) e le Zone di Protezione Speciale (ZPS), parte integrante del network di livello europeo denominato Rete Natura 2000.

È stato, ed è tutt’ora per i Piani e per alcune tipologie di progetti,
l’Ente deputato al rilascio della Valutazione di Incidenza, procedura per la salvaguardia dei valori presenti nei siti Natura 2000 che si applica a qualunque intervento possa avere incidenza sui siti: con l’entrata in vigore della Legge Regionale 17/2007 la sua attività in tal senso si è ristretta essenzialmente ai Piani e ad altre particolari fattispecie di progetti, delegando per il resto alle Province territorialmente competenti ed ai Comuni. La valutazione di incidenza dei Piani, come previsto dal D.lgs 152/2006 e ss.mm.ii. e come chiarito dalla Circolare n. 1/2008 del Settore Ecologia (DGR n. 981 del 13.06.2008), è contenuta all'interno della procedura di Valutazione Ambientale Strategica.

L'Ufficio Parchi ha inoltre il compito di istituire, ai sensi della Legge Regionale 19/1997 le Aree Naturali Protette Regionali: ad oggi ne ha istituito 18 e sono in corso alcune conferenze dei Servizi. Dopo aver superato la fase iniziale, complessa e spesso contradditoria, legata alla "introduzione" dei Parchi e delle Riserve sul territorio, l'Ufficio sta incentivando la realizzazione degli strumenti di attuazione (Piano del parco, Piano pluriennale economico e sociale, Regolamento) in ciascuna area protetta regionale. Tutto ciò per far sì che l'area natuarle protetta non sia intesa solo come ambiente e natura, ma anche come luogo in cui è presente l'uomo con le sue attività: in esso si deve attuare quell'idea di partecipazione collettiva e cosciente della gestione dell'ambiente.

Strumenti economici di supporto alle sue attività, volte alla conservazione della natura ed alla promozione di attività compatibili con la sua tutela, sono i fondi del Programma regionale per la Tutela dell’Ambiente (Asse 2 “Aree naturali protette, natura e biodiversità”) ed i fondi comunitari del POR 2000-2006 (Misura 1.6 “Salvaguardia e valoruizzazione dei beni naturali ed ambientali”), relativamente alla vecchia programmazione, e del P.O. F.E.S.R. 2007-2013 (Linea 4.4. “Interventi per la rete ecologica) riferiti alla nuova programmazione.

I fondi del POR 2000-2006 sono stati utilizzati essenzialmente per l'implementazione delle conoscenze di base ai fini dello sviluppo, della pianificazione e della programmazione della rete regionale delle aree naturali protette; per la conservazione e recupero del patrimonio naturale regionale; per la sensibilizzazione, informazione ed educazione ambientale.

Nell'ambito dell'implementazione delle conoscenze di base sono stati prodotti alcuni studi di fattibilità, fra cui quello volto alla "definizione ed allo sviluppo del sistema regionale delle aree protette ed interconnesione al sistema ambientale", ed è stata inoltre finanziata la redazione dei Piani di gestione che la norma prevede siano predisposti qualora gli strumenti di pianificazione e gestione del territorio già presenti non siano sufficienti a garantire una gestione del sito conforme agli obiettivi di tutela della Direttiva Habitat.

I risultati conseguiti con la vecchia programmazione, con la quale si sono acquisite molte conoscenze di base, hanno consetito alla nuova programmazione di incentrarsi sulla promozione del territorio: la linea 4.4. è volta promuovere il sostegno e lo sviluppo delle Aree Naturali Protette e l’attuazione della Rete Natura 2000 attraverso lo sviluppo del turismo verde e del marketing territoriale sostenibile (per maggiori approfondimenti si rimanda alla sezione PO FESR 2007-2013 Linea di intervento 4.4. di questo sito).

Studio di fattibilità
Studio di fattibilità per la definizione e lo sviluppo del sistema regionale delle aree protette ed interconnesione al sistema ambientale.

Il presente portale è stato progettato e realizzato da personale della Regione Puglia, Area Ambiente e Opere Pubbliche senza impegno di risorse finanziarie aggiuntive 2010-2013 Regione Puglia - Assessorato alla Qualità dell'Ambiente - Via delle Magnolie 6/8 Z.I. Modugno 70026

Top Desktop version